Crea sito

---------- La fiat 130 coupè di Giovanni Agnelli ----------

Solitamente, nell' accezione più comune la "Fiat 130 dell' Avvocato" per eccellenza è senza alcun dubbio considerata la Fiat 130 familiare, che proprio a causa delle generalità del suo illustre proprietario è spesso definita la "Fiat 130 Agnelli".

Tuttavia l' Avvocato possedette anche alcune Fiat 130 coupè, fatte personalizzare apposta per soddisfare i suoi particolari gusti, tra cui merita particolare menzione un particolare esemplare appartenente alle preserie costruite, recante il numero di telaio 71.

Del resto, come accade ancora oggi, era normale all' epoca allestire alcune pre-serie di produzione di modelli in procinto di essere lanciati sul mercato automobilistico.

Tali esemplari venivano utilizzati per effettuare dei test, che consentivano ai tecnici di raccogliere risultati ed evidenze, che una volta attentamente vagliate dagli stessi, permettevano la messa in cantiere della versione definitiva del modello, una volta effettuate le ultime sostanziali modifiche, allo scopo di affinare e migliorare il risultato finale.

L' esemplaere in questione è stato dipinto in una particolarissima tonalità di rosso, che può essere definita  "ciliegia metallizzato".

Si tratta di una tonalità di rosso molto caratteristico, alla preparazione della quale, a suo tempo l' Avvocato diede il suo benestare.

Si tratta dunque di un colore molto particolare voluto personalmente dall’Avvocato Giovanni Agnelli, allo scopo di personalizzare in modo unico questo esemplare di preserie della Fiat 130 coupè, che divenne di sua proprietà all' epoca.

Come tutti gli esemplari appartenenti alle pre-serie di produzione, era caratterizzato da piccole, ma evidenti differenze rispetto a quelle che furono poi le Fiat 130 coupé costruite appartenenti alle serie definitive.

Inutile aggiungere che a livello esteriore la particolare verniciatura extra-serie era l’elemento di maggior particolarità e maggior fascino rispetto agli esemplari di normale produzione.

La targa, originale, era una di quelle consequenziali note in tutti gli articoli pubblicati sulle riviste di settore dell’epoca (Quattroruote, Motor Italia, AutoVisie, L’Automobile), ovvero TO F22438.

La targhetta posteriore, recante la scritta  “Fiat 130”, è quella a caratteri dilatati tipica degli esemplari appartenenti alle Fiat 130 pre-serie (presente, infatti, anche sulla n° 8 e 68).

Gli stemmi “Pininfarina” laterali erano unicamente quelli orizzontali, mentre non erano presenti le scritte lineari sottostanti, peculiarità delle serie definitive.

Tra l' altro è degno di nota il fatto che la consolle centrale, posta davanti alla leva del cambio, e i comandi degli alzavetri elettrici differivano lievemente da quelli montati successivamente sulle posteriori Fiat 130 coupè di serie, mentre il cambio montato era uno ZF.

Qui di seguito sono raccolte alcune immagini di questa particolarissima Fiat 130 coupè, esaminando le quali appare molto evidente la particolare tonalità della sua livrea.

Slide-Show

Vista posteriore della fiat 130 coupè Agnelli

Una bella vista posteriore della Fiat 130 coupè Agnelli, esaminando la quale si può apprezzare, oltre alla notevole armonia della linea esteriore di tale versione della sfortunata ammiraglia Fiat degli anni 70, la tonalità molto particolare della vernice utilizzata per dipingere la carrozzeria di questo esemplare, appartenente alle pre-serie, ma del tutto analogo alle versioni definitive.

Vista laterale della fiat 130 coupè Agnelli

Ecco ora una bella vista laterale della Fiat 130 coupè in questione...

Anche esaminando questa foto appare molto evidente la sostanziale analogia di questo esemplare appartenente alle pre-serie rispetto alle versioni definitive della versione coupè della sfortunata ammiraglia Fiat degli anni 70.

Anche in questo caso poi è apprezzabile appieno la particolare tonalità di rosso metallizzato, utilizzato per dipingere la carrozzeria del suddetto esemplare.

La  Fiat 130 coupè Agnelli sotto... esame!

La Fiat 130 coupè Agnelli, ritratta mentre viene attentamente studiata e fotografata da alcuni simpatizzanti dell'  esteticamente gradevolissimo, nonchè sfortunato modello appartenuto alla gamma di autovetture prodotte dalla casa automobilistica Fiat nel corso degli ormai lontani anni 70.

Tra l' altro è apprezzabile anche la presenza della targa, rigorosamente originale, con le cifre bianche in capo nero, peculiarità di tutta la produzione automobilistica italiana degli anni 70, recanti la sigla TOF22438.

La Fiat 130 coupè Agnelli... in buona compagnia!

Una bella immagine della particolare Fiat 130 Agnelli, ritratta in compagnia di una collega normale, e di un' altra splendida auto d' epoca.

Vista anteriore della fiat 130 coupè Agnelli.

Un' altra bella vista frontale della Fiat 130 coupè Agnelli, ove è ancora più evidente la tonalità di rosso, peculiarità della particolare verniciatura che contraddistingueva tale esemplare dagli altri.

Vista posteriore della fiat 130 coupè Agnelli.

Un' altra bella vista posteriore della Fiat 130 coupè Agnelli, ove è ancora più evidente la particolarità della tonalità di rosso, peculiarità della singolare livrea, che contraddistingueva tale esemplare dagli altri.

Il  logo  originale  della

 Carrozzeria  Pininfarina